CAMPO ESTIVO 2016 / LA POU LA

Rieccoci qui…dopo qualche mese di stop, non di certo perche le cose alla Kay Ben siano mancate, alzi….ma purtroppo senza la mia assistente Lara Capitanio che ringrazio di cuore per avermi accompagnato nei primi 6 mesi dell’anno, non e’ per nulla facile ritagliarsi del tempo per scrivere tutto cio che succede qui ad Haiti.

Il mese di Luglio come oramai da tradizione , e’ il mese del Campo Estivo…ed anche quest’anno gli animatori e tutto lo staff non hanno perso l’occasione per divertirsi  ben 3 settimane all’interno del Campo Estivo della Kay Ben , che quest’anno ha avuto come tema il viaggio.

Il Titolo LA POU LA, ovvero PER DI QUA, piu o meno tradotto all’italiana. In realta LA POU LA e’ lo slogan di una delle piu grandi compagnie telefoniche haitiane  che vendono sopratutto ricariche, ma essendo molto orecchiabile e facile da ricordare abbiamo ben pensato di metterlo proprio come titolo del nostro campo.

Ovviamente i primi giorni i ragazzi ed in particolare  i bambini pensavano proprio che offrissimo gratuitamente ricariche telefoniche al Centro Comunitario!!!!

10 squadre …o meglio 10 tipi di viaggiatori che hanno dovuto affrontare il loro viaggio per tutto il mondo , passando per le Americhe , l’Europa…arrivando in Asia e Africa e ritornando alla Kay Nou…ovvero ad Haiti…perche’ viaggiare e’ bello, ti arricchisce , ti apre la mente , ti permette di vedere posti nuovi , colture diverse…ma il momento piu bello e’ sempre il ritorno a casa …stanchi, ma con un bagaglio ricco di esperienza!!HAITI e’ la nostra casa ed e’ da qui che bisogna ripartire per un vero cambiamento , un cambiamento che parte proprio da loro, gli haitiani!!!

Ed e’ stato proprio questo il nostro obiettivo , ritornare a casa perche il messaggio che si voleva far passare non era partire , lasciare il proprio paese , perche HAITI e’ un paese povero, senza speranze , ma era quello di viaggiare scoprendo che le proprie origini e le proprie radici sono il sale della vita, sono il punto di partenza per un futuro migliore ed e’ nel proprio paese che uno costruisce un cambiamento per se e per il bene  del proprio paese d’origine…il futuro di HAITI e’ e deve essere nelle mani degli haitiani!!!ovviamente un campo estivo in un quartiere di periferia non cambiera HAITI , ma per noi e’ stata una bella provocazione …un importante sfida che tutti i ragazzi e i bambini hanno saputo affrontare con tanto orgoglio e coraggio.

E quindi i nostri MISSIONARI, PELLEGRINI, TURISTI , STUDENTI E MIGRANTI in queste tre settimane tra qualche laboratorio e sfida sul terreno si sono giocati la vittoria …ovvero  a ritornare a casa…I MISSIONARI , coloro che portano un messaggio, con i loro 3880 km, non hanno fatto di certo il giro del mondo , questo e’ vero, pero si sono aggiudicati il primo posto in classifica vincendo su tutte le altre squadre!!!

E dunque tanti complimenti hai nostri piccoli e grandi MISSIONARI che ci hanno fatto tanto divertire e che sono gia pronti per il prossimo campo estivo nel mese di agosto , con il gruppo di italiani del CSI!!

 

Vale

Rieccoci qui…dopo qualche mese di stop, non di certo perche le cose alla Kay Ben siano mancate, alzi….ma purtroppo senza la mia assistente Lara Capitanio che ringrazio di cuore per avermi accompagnato nei primi 6 mesi dell’anno, non e’ per nulla facile ritagliarsi del tempo per scrivere tutto cio che succede qui ad Haiti.

Il mese di Luglio come oramai da tradizione , e’ il mese del Campo Estivo…ed anche quest’anno gli animatori e tutto lo staff non hanno perso l’occasione per divertirsi  ben 3 settimane all’interno del Campo Estivo della Kay Ben , che quest’anno ha avuto come tema il viaggio.

Il Titolo LA POU LA, ovvero PER DI QUA, piu o meno tradotto all’italiana. In realta LA POU LA e’ lo slogan di una delle piu grandi compagnie telefoniche haitiane  che vendono sopratutto ricariche, ma essendo molto orecchiabile e facile da ricordare abbiamo ben pensato di metterlo proprio come titolo del nostro campo.

Ovviamente i primi giorni i ragazzi ed in particolare  i bambini pensavano proprio che offrissimo gratuitamente ricariche telefoniche al Centro Comunitario!!!!

10 squadre …o meglio 10 tipi di viaggiatori che hanno dovuto affrontare il loro viaggio per tutto il mondo , passando per le Americhe , l’Europa…arrivando in Asia e Africa e ritornando alla Kay Nou…ovvero ad Haiti…perche’ viaggiare e’ bello, ti arricchisce , ti apre la mente , ti permette di vedere posti nuovi , colture diverse…ma il momento piu bello e’ sempre il ritorno a casa …stanchi, ma con un bagaglio ricco di esperienza!!HAITI e’ la nostra casa ed e’ da qui che bisogna ripartire per un vero cambiamento , un cambiamento che parte proprio da loro, gli haitiani!!!

Ed e’ stato proprio questo il nostro obiettivo , ritornare a casa perche il messaggio che si voleva far passare non era partire , lasciare il proprio paese , perche HAITI e’ un paese povero, senza speranze , ma era quello di viaggiare scoprendo che le proprie origini e le proprie radici sono il sale della vita, sono il punto di partenza per un futuro migliore ed e’ nel proprio paese che uno costruisce un cambiamento per se e per il bene  del proprio paese d’origine…il futuro di HAITI e’ e deve essere nelle mani degli haitiani!!!ovviamente un campo estivo in un quartiere di periferia non cambiera HAITI , ma per noi e’ stata una bella provocazione …un importante sfida che tutti i ragazzi e i bambini hanno saputo affrontare con tanto orgoglio e coraggio.

E quindi i nostri MISSIONARI, PELLEGRINI, TURISTI , STUDENTI E MIGRANTI in queste tre settimane tra qualche laboratorio e sfida sul terreno si sono giocati la vittoria …ovvero  a ritornare a casa…I MISSIONARI , coloro che portano un messaggio, con i loro 3880 km, non hanno fatto di certo il giro del mondo , questo e’ vero, pero si sono aggiudicati il primo posto in classifica vincendo su tutte le altre squadre!!!

E dunque tanti complimenti hai nostri piccoli e grandi MISSIONARI che ci hanno fatto tanto divertire e che sono gia pronti per il prossimo campo estivo nel mese di agosto , con il gruppo di italiani del CSI!!

 

Vale

About the author

Related posts

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *